E-Mail: info@sintesiadvisors.com

Credito d'imposta per la ricerca e lo sviluppo

L’art. 3, del Decreto Legge 23.12.2013, n. 145 (conv. con modif. dalla L. 21.2.2014, n. 9), cosi come modificato dalla Legge finanziaria 2016,  riconosce a tutte le imprese, indipendentemente dalla loro forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo, un credito d’imposta nella misura del 25%. Dal 2017 la misura dell’agevolazione è pari al 50% per tutte le categorie di investimenti ammissibili, delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli stessi investimenti realizzati nei 3 periodi d’imposta precedenti a quello in corso al 31.12.2015. Le spese agevolate devono essere sostenute a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2014, fino a quello in corso al 31.12.2020 (periodo prorogato dalla Finanziaria per il 2016).